Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 
Itinerario n.3

Borghi e mulini lungo lo Stella

 

Il percorso interessa la zona delle risorgive e attraversa insediamenti che conservano ancora l'antico impianto urbanistico, caratterizzato da edifici con l'affaccio su fronte strada e la corte interna. Molte costruzioni, inoltre, hanno mantenuto gli elementi caratteristici dell’architettura rurale della zona, come la loggia o il ballatoio in legno e le murature in pietra. Numerosi sono i mulini, in parte ancora funzionanti, situati lungo le rogge che attraversano questi luoghi, tra questi ricordiamo il mulino di Glaunicco, frazione di Camino al Tagliamento e quello di Gradiscutta, nel comune di Varmo, ricordati nelle opere di Ippolito Nievo.

 

 

3

 

Percorso

1.

Valle Hierschel

 

Comune: Precenicco, Località: Località di Precenicco

 

Il nome della valle deriva dall'omonima famiglia che, nel 1832, acquistò la tenuta di Precenicco e proseguì i lavori di bonifica e di ristrutturazione della tenuta iniziati dai precedenti proprietari. Nelle aree bonificate furono costruiti, a partire dalla fine del XIX secolo, una serie di casali destinati agli agricoltori, un esempio dei quali è il casale Villa Hierschel edificato in prossimità della laguna.

 

2.

Canevon

 

Comune: Precenicco, Località:

 

Fu costruito come magazzino dal conte Cassis Faraone, il quale acquisì la tenuta nel 1789 e progettò una serie di interventi di bonifica e di riorganizzazione agraria. Sul fronte est dell'edificio, sviluppato su tre piani con copertura a padiglione, sono conservati gli stemmi murati di tre priori teutonici commendatari di Precenicco.

 

3.

Borgo rurale di Palazzolo dello Stella

 

Comune: Palazzolo dello Stella, Località:

 

L'assetto urbano del borgo ricalca in parte l'impianto romano: le cinque strade principali creano un reticolo perpendicolare al tracciato dell'antica via Annia che conduceva ad Aquileia. Fra gli edifici, che si dispongono prevalentemente sul fronte strada creando cortine edilizie continue caratterizzate da facciate seriali, i più interessanti sono alcune costruzioni del XV secolo situate vicino alla chiesa.

 

4.

Mulino Trezzara

 

Comune: Palazzolo dello Stella, Località:

 

Antico mulino situato sulla roggia Velicogna che conserva ancora parte delle strutture molitorie. E' uno dei pochi mulini rimasti integri (di valore prevalentemente ambientale) [secolo XIX]

 

5.

Borgo rurale di Rivarotta

 

Comune: Teor, Località: Rivarotta

 

L'insediamento si è sviluppato attorno alla chiesa parrocchiale, definendo una cortina edilizia caratterizzata dalle tipiche case friulane a corte, disposte in linea sul fronte della strada e a pettine verso l'interno. Nei pressi della chiesa, allineata sul fronte strada, si trova l'edificio padronale di casa Milocco, di impianto ottocentesco con portale centrale bugnato, la cui corte interna è delimitata da alcuni edifici rustici.

 

6.

Mulino di Rivarotta

 

Comune: Teor, Località: Rivarotta

 

Antico mulino situato a nord est del centro abitato e inserito in un complesso a corte. [secolo XIX (1834)]

 

7.

Borgo rurale di Chiarmacis

 

Comune: Teor, Località: Chiarmacis

 

Lo sviluppo urbano del borgo è avvenuto su terreni di bonifica delimitati a sud dal fiume Stella. Gli edifici, per lo più case coloniche sparse costruite in mattoni, presentano un ampio corpo di fabbrica a pianta rettangolare su tre piani, destinato alla residenza, al ridosso dei quali si trovano i rustici agricoli. La costruzione più antica del borgo è la chiesa di Sant'Andrea Apostolo attigua al cimitero, arricchita da due affreschi rappresentanti La Madonna con il Bambino" e "San Cristoforo" del XVI secolo."

 

8.

Borgo rurale di Teor

 

Comune: Teor, Località:

 

Le prime strutture edilizie del borgo si svilupparono attorno alla chiesa e lungo la strada che conduce a Latisana. Gli edifici, disposti sul fronte della strada, danno origine a cortine edilizie continue, che si allungano a pettine verso l'interno formando corti spesso chiuse nelle quali sono presenti ballatoi con scale esterne.

 

9.

Mulino Colò

 

Comune: Rivignano, Località:

 

Edificio molitorio a due piani con vicina abitazione e rustici sempre a due piani. [secolo XVIII]

 

10.

Borgo rurale di Fraforeano

 

Comune: Ronchis, Località: Fraforeano

 

Gli edifici, risalenti ai secoli XVIII e XIX, sono distribuiti lungo l'asse viario principale che attraversa il borgo in direzione nord - sud; a ovest si sviluppa il complesso edilizio della villa Barbarigo de Asarta mentre ad est, disposte a pettine perpendicolarmente alla strada, si trovano le case a schiera abitate un tempo dai dipendenti dell'azienda.

 

11.

Borgo rurale di Santa Marizza

 

Comune: Varmo, Località: Santa Marizza

 

L'origine del borgo risale al periodo medievale, al tempo in cui il Patriarca d'Aquileia contribuì al ripopolamento di queste zone, devastate dalle scorrerie degli Ungari. Di interesse, oltre ai tipici esempi di architettura locale (case Marson e Toffoli - XVIII secolo), gli annessi agricoli del complesso padronale di villa Canciani Florio (ora Bartolini), detta il Palassat.

 

12.

Borgo rurale di Gradiscutta

 

Comune: Varmo, Località: Gradiscutta

 

Il nome del borgo è legato alle prime popolazioni provenienti dall'attuale Slovenia che il Patriarca d'Aquileia introdusse in questi luoghi abbandonati in seguito alle scorrerie degli Ungari. L'insediamento si sviluppa con una edificazione sparsa che solo in pochi casi dà origine alle tipiche cortine edilizie continue sul fronte strada, delle quali casa Calligaro (secoli XVIII - XIX) costituisce un esempio.

 

13.

Mulino di Gradiscutta

 

Comune: Varmo, Località: Gradiscutta

 

Antico mulino situato a nord del fiume Varmo ricordato nelle opere letterarie di Ermes di Colloredo e Ippolito Nievo.

 

14.

Borgo rurale

 

Comune: Camino al Tagliamento, Località:

 

In epoca medievale il territorio di Camino apparteneva all'abbazia di Sesto al Reghena; divenuto, nel XIV secolo, feudo dei signori di Valvasone e successivamente di Codroipo, seguì dal 1420 le sorti della Repubblica di Venezia. Nelle vicinanze del borgo un mulino, che ha fatto da scenario al racconto Il Varmo" scritto da Ippolito Nievo, conserva ancora le strutture molitorie e le due pale in ferro."

 

15.

Mulino di Glaunicco

 

Comune: Camino al Tagliamento, Località: Glaunicco

 

Nelle vicinanze del borgo, lungo la strada che collega Camino a Glaunicco, è situato un mulino la cui importanza è da attribuire soprattutto al fatto che fu scenario al racconto Il Varmo" scritto da Ippolito Nievo."

 

16.

Mulino di Romans

 

Comune: Varmo, Località: Romans

 

Del vecchio impianto rimangono solo scarse tracce, essendo state rimosse le attrezzature molitorie.

 

17.

Borgo di Sterpo

 

Comune: Bertiolo, Località: Sterpo

 

Il borgo era in origine parte integrante del sistema difensivo che si sviluppava attorno al castello, come testimonia la torre a pianta quadrata, sviluppata su tre piani, con aperture ellittiche risalenti probabilmente ad una ristrutturazione seicentesca. A est del borgo sorge il mulino edificato nel XIX secolo, composto da due corpi che si dispongono sulle due rive della roggia di Sterpo.

 

18.

Mulino Braida

 

Comune: Talmassons, Località: Flambro

 

La realizzazione del mulino localizzato su una roggia che riceve l'acqua dal fiume Stella, risale al secolo scorso. [secolo XIX (1811)]

 

19.

Borgo rurale di Flambro

 

Comune: Talmassons, Località: Flambro

 

Nella parte più antica del nucleo, presso la chiesa parrocchiale, sono visibili le tracce della cortina difensiva medioevale, un tempo circondata da un ampio fossato circolare. Il campanile è costruito sui resti di un'antica torre di avvistamento. Caratterizzano il borgo, che presenta uno sviluppo circolare della cortina edilizia, le costruzioni rurali dai caratteristici ballatoi in legno, i portali e gli affreschi devozionali.

 

20.

Borgo rurale di Ariis

 

Comune: Rivignano, Località: Ariis

 

Il borgo di Ariis si sviluppa in un contesto ricco di acqua, boschi e giardini. Le costruzioni del borgo sorgono isolate e si sviluppano generalmente in linea con la corte interna (solo in rari casi si trovano cortine edilizie sul fronte stradale). Di fronte alla chiesa si trovano i magazzini del sale, mentre il mulino, costruito nel XVIII secolo e recentemente restaurato, è situato al centro del borgo lungo la roggia Brodiz.

 

21.

Mulino di Ariis

 

Comune: Rivignano, Località: Ariis

 

Antico mulino situato sulla roggia Brodiz. [secolo XVIII)]

 

22.

Borgo rurale di Paradiso

 

Comune: Pocenia, Località: Paradiso

 

Il borgo di Paradiso sorge ad est dell'abitato di Torsa, in un'area bonificata nel XVII secolo, nella quale vennero realizzate le residenze padronali e una serie di edifici rurali sul retro dei quali si sviluppano corti aperte adibite allo svolgimento delle attività agricole.

 

23.

Mulino

 

Comune: Muzzana del Turgnano, Località:

 

A nord di Muzzana, lungo il fiume Turgnano, è situato il mulino, costruzione che sembra risalire ai secoli XVII e XVIII, eretta sul sito di un precedente mulino quattrocentesco. L'edificio, ampliato nel 1920, ha una pianta rettangolare articolata su due livelli; le attrezzature molitorie erano installate nei locali a nord mentre le stanze a sud erano riservate alla residenza del mugnaio. [secoli XVII; XVIII]

 

Pagina aggiornata il: 22/09/2009 13.36 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308