Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

Sala dei venti


Dalla Sala degli arazzi si accede alla Sala dei venti, così chiamata per le rappresentazioni pittoriche qui eseguite come avvertono le scritte poste sotto ogni figurazione.
II tema del vento è suggerito dallo stemma di Papa Pio VI Braschi in visita al palazzo che raffigura un giovanetto in atto di soffiare.
Al centro del soffitto Bolo, re dei Venti, con la corona radiata e lo scettro in mano dirige fra le nuvole umani in atto di soffiare vigorosamente.
Questo affresco si può attribuire al Quaglio, mentre la restante decorazione della sala, di stile impero, risale alla prima metà del XIX secolo ed è probabilmente opera di Sante Zuccolo.
Un motivo dominato da grandi colonne inquadra una serie di rappresentazioni mitologiche in chiaroscuro con una scritta sottostante che indica il poema cui sono state ispirate.
Le figurazioni sono:
- Bolo, custode e re dei Venti, armato di lancia, sta seduto in una cavità montuosa dell'isola Eolia;
- I Venti sulla terra, rappresentati da una bufera, arrecano morte e rovina;
- I quattro Venti principali e quelli subalterni rappresentati da uomini in corsa;
- I Venti sul mare, rappresentati da uomini in volo che soffiano rendendo il mare tempestoso e provocando un naufragio;
- Borea, vento settentrionale, rapisce Orizia figlia di Eretteo, mentre nella città di Atene uomini e donne alzano le braccia al cielo in segno di meraviglia e terrore;
- Zefiro, vento di ponente e segnale di primavera, volando segue e rapisce Cloride, dea dei fiori;

- Eolo consegna a Ulisse i venti contrari alla sua navigazione, lasciando soffiare solo Zefiro;

- Eolo, incitato da Giunone, scatena i venti per distruggere la flotta di Enea;

- Naufragio della flotta di Enea;

- I Venti, rappresentati da figure in volo, fuggono dall'otre aperto dai compagni di Ulisse.

Nella Sala è esposto il gonfalone della Provincia con al centro l'Aquila del Patriarca Bertrando in oro sui colori blu e giallo, già appartenenti al patriarcato di Aquileia (sec. XVI) simbolo della libertà e di fedeltà del Sacro Romano Impero.

Al di sopra una targa ricorda la visita nel 1976 del Vice Presidente degli Stati Uniti Nelson Rockfeller, testimone della solidarietà al Friuli dopo il terremoto.

Pagina aggiornata il: 11/09/2009 13.46 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308