Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

Sostenitori

Articolo 4 dello Statuto della Fondazione

Sostenitore

Il Consiglio di Amministrazione può attribuire la qualifica di sostenitore alle persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, ed in particolare ai comuni, alle amministrazioni dei parchi, alle università e agli enti di ricerca del territorio Bene UNESCO, che, condividendo gli scopi della Fondazione, contribuiscono al fondo di gestione della Fondazione su base annuale o pluriennale mediante apporti, in denaro o in natura, nella misura minima e secondo modalità stabilite dal Consiglio di Amministrazione, ovvero con prestazioni e attività, anche professionali, di particolare rilievo.

Articolo 11 dello Statuto della Fondazione

Il Collegio dei Sostenitori

Il Collegio dei Sostenitori è composto dai soci fondatori e da tutti i sostenitori della fondazione, persone fisiche e rappresentanti nominati dai sostenitori persone giuridiche.

Il Collegio dei Sostenitori:

a) fornisce pareri e proposte sulle attività e sui programmi della Fondazione, già delineati ovvero da individuarsi;

b) può proporre l’ammontare dei contributi da versare al fondo di gestione, al fine di poter assumere la qualifica di sostenitore.

Il Collegio dei Sostenitori è presieduto dal Presidente della Fondazione ed è dallo stesso convocato, almeno una volta l’anno, anche al fine di promuovere forme di approfondimento e confronto su temi scientifici o comunque correlati al Bene UNESCO e alla sua gestione.

Art. 3 del Regolamento qualifica di sostenitore

Requisiti degli aspiranti sostenitori

1. Le persone fisiche e gli enti pubblici e privati che intendono aderire alla Fondazione in qualità di sostenitori devono risiedere, avere sede od operare con continuità nell’ambito del territorio delle Dolomiti UNESCO, nello specifico appartenenti ai comuni:

a) il cui territorio comprende, anche parzialmente, il bene Dolomiti- UNESCO;

b) le forme associative degli enti di cui alla lettera a);

c) i comuni contigui ai comuni di cui alla lettera a) ovvero i comuni ricadenti nel medesimo contesto culturale e geografico dolomitico così come individuato dal Consiglio di Amministrazione.

2. Possono aderire inoltre i soggetti che, non appartenenti ai territori sopra specificati, soddisfino uno dei seguenti requisiti:

a) nella realizzazione dei loro prodotti e/o servizi utilizzino prevalentemente materia prima proveniente dal bene Dolomiti UNESCO e la cui produzione avvenga in coerenza con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 4 del Regolamento;

b) assicurino la promozione della conoscenza e la valorizzazione del bene Dolomiti UNESCO a livello internazionale in coerenza con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

3. I soggetti che intendono aderire inoltre devono condividere gli scopi della Fondazione, come previsto dall’articolo 4 dello Statuto.

Ciascun sostenitore, secondo la propria categoria di appartenenza, deve versare una quota di adesione annuale in denaro dell’importo minimo di:

1) 500,00 euro = per i Comuni, enti parco e associazioni senza scopo di lucro nazionali;

2) 1.000,00 euro = per le persone fisiche;

3) 3.000,00 euro = per le associazioni senza scopo di lucro nazionali;

4) 5.000,00 euro = per le università e centri di ricerca.

Per le persone giuridiche la quota di adesione annuale varia secondo la dimensione aziendale, determinata secondo la normativa europea (Regolamento CE n. 364/2004 del 25 febbraio 2004):

1) 2.000,00 euro = micro imprese;

2) 6.000,00 euro = piccole imprese;

3) 10.000,00 euro = medie imprese;

4) 50.000,00 euro = grandi imprese.

I sostenitori soggetti al pagamento delle quote sopra specificate possono, in alternativa al versamento della quota di adesione, impegnarsi a sostenere l’attività della Fondazione con apporti di natura diversa e senza corrispettivo, che possono consistere, a titolo meramente esemplificativo, in prestazioni d’opera o di servizi, nella consulenza altamente qualificata, nella fornitura di beni, nel conferimento in proprietà o in godimento di beni mobili o immobili, o in attività di assistenza per l’organizzazione e lo svolgimento delle manifestazioni e delle iniziative promosse dalla Fondazione.

Sul sito ufficiale della Fondazione è possibile reperire il modello di domanda ed ulteriori informazioni utili.

 Regolamento per la qualifica di sostenitore 

 

Pagina aggiornata il: 07/03/2016 12.06 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308