Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

 Programmazione comunitaria 2014-2020

 

IL QUADRO D'INSIEME

La nuova programmazione comunitaria 2014-2020 è orientata al conseguimento degli obiettivi definiti da “EUROPA 2020”, ovvero la strategia decennale sviluppata dall’Unione Europea per promuovere una crescita che sia:

 

·        intelligente: volta a sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione; 

·        sostenibile: volta a promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva; 

·        inclusiva: volta a promuovere un'economia con un alto tasso di occupazione che favorisca la coesione sociale e territoriale.

Per raggiungere le tre priorità strategiche, volte a rafforzare la coesione dell’Unione Europea, sono stati individuati  11 obiettivi tematici, che rappresentano i cardini fondamentali della strategia UE per i Fondi 20142020, e che qui di seguito si elencano:

1. rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione;
2. migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC), nonché l'impiego e la qualità delle medesime;
3. promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, del settore agricolo e del settore della pesca e dell'acquacoltura;
4. sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori;
5. promuovere l'adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi;
6. preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse;
7. promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete;
8. promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori;
9. promuovere l'inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione;
10. investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l'apprendimento permanente;
11. rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un'amministrazione pubblica efficiente.

Nell’attuazione della strategia dell’Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, la politica di coesione 2014-2020 ha rafforzato il ruolo assegnato alla Cooperazione Territoriale Europea (CTE), prevedendo espressamente l’obiettivo della cooperazione territoriale europea all’interno di un regolamento specifico.

La Cooperazione territoriale europea (CTE) incoraggia i territori dei diversi Stati membri a cooperare mediante la realizzazione di progetti congiunti, lo scambio di esperienze e la costruzione di reti.

Con l’intento di cogliere al meglio le eventuali opportunità di finanziare progettualità di carattere europeo, con i fondi che la programmazione comunitaria 2014–2020 mette a disposizione, con particolare riferimento alla cooperazione territoriale europea (CTE), la Provincia di Udine ha inteso avviare un percorso di confronto e cooperazione con il territorio. L’obiettivo è quello di far convergere un insieme di progetti e i soggetti attuatori attorno ad una visione condivisa, in modo che, attraverso la ricerca di sinergie ed interazioni, si possano moltiplicare e massimizzare le potenzialità insite in ogni singola progettualità,  da cui possa derivare una forte spinta rispetto alle opportunità di sviluppo del territorio.

INCONTRI DI CONSULTAZIONE CON IL TERRITORIO

Da agosto a settembre 2014 le amministrazioni comunali del territorio provinciale sono state invitate a compilare un breve questionario sulla propria attività progettuale passata e sui propri orientamenti futuri nell’ambito della programmazione comunitaria.

Le indicazioni pervenute sono state suddivise poi per ambiti territoriali e sono state presentate nell’ambito di 4 tavoli di discussione, organizzati dalla Provincia di Udine, su iniziativa del Vice Presidente Franco Mattiussi, e che hanno coinvolto i rappresentanti dei comuni degli ambiti del territorio provinciale. Gli incontri si sono tenuti rispettivamente:

·        martedì 25 novembre 2014, presso la sala consigliare del Comune di Cervignano;

·        mercoledì 26 novembre 2014, presso la sala consigliare della Provincia di Udine;

·        lunedì 15 dicembre 2014, presso la sala consigliare del Comune di Gemona del Friuli;

·        martedì 16 dicembre 2014, presso la sala consigliare del Comune di Codroipo.



Tali incontri si sono articolati in due parti. Nella prima parte sono state brevemente illustrate le opportunità offerte dalla nuova programmazione europea (2014-2020).  La seconda parte degli incontri è stata dedicata alla partecipazione attiva dei presenti che, attraverso un confronto sulle esperienze progettuali passate e sulle buone pratiche realizzate nell’ambito delle precedenti programmazioni comunitarie, hanno identificato assieme gli orientamenti progettuali di interesse e le possibili sinergie ed interazioni attivabili sul territorio, per i temi seguenti:


1.    Ambiente
2.    Patrimonio culturale e turismo
3.    Viabilità, mobilità e trasporti

I risultati di tali incontri, assieme al lavoro sviluppato di analisi interna su ipotesi progettuali di area vasta, verranno utilizzati per individuare le modalità per sperimentare percorsi di collaborazione fondati su sinergie di sistema, che possano mettere a frutto le migliori potenzialità dei territori ed innescare processi di sviluppo, cogliendo al meglio le opportunità della nuova programmazione europea (2014-2020).



Pagina aggiornata il: 30/12/2014 13.08 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308