I Progetti dell'Ita"U.Nobile"

Il museo Ocecanografico Mondiale di San Pietroburgo a FagagaL’istituto aereonautico “U. Nobile” di Fagagna, in collaborazione con la Direzione del Museo Oceanografico Mondiale ospitato sul rompighiaccio Krassin ormeggiato sul fiume Neva di San Pietroburgo, in prossimità del Palazzo d’Inverno, organizza una mostra nell’area museale  messa a  disposizione dal Comune di Fagagna.

Dal 1 novembre 2014 al 28 febbraio 2015, si trasferirà qui la parte del Museo Krassin dedicata al salvataggio del Generale Umberto Nobile il 23 giugno 1928, dopo il naufragio del dirigibile Italia del 25 maggio dello stesso anno.
L’allestimento prevede non solo materiale foto-cinematografico dell’epoca, ma anche suppellettili, un modello di mt 1.60 del rompighiaccio Krassin e un modello “volante” del dirigibile Italia, della stessa misura.
Durante questo evento, troveranno ampio spazio altre manifestazioni d’informazione tecnico-formativa, visto il prepotente ritorno in campo aeronautico del mezzo aereo “dirigibile” il quale ha superato tutti gli handicap di pericolosità dei fratelli pionieri e viene visto sotto una nuova luce d’interesse industriale.


Le scuole di ogni ordine e grado del territorio hanno la possibilità di programmare la visita dei propri studenti al Museo che saranno accolti dal personale dell’Istituto Nobile che illustrerà non solo l’avventura del dirigibile Italia, ma anche le nuove opportunità di lavoro che si aprono per gli studenti del nostro territorio, all’indomani del raggiungimento del diploma di scuola superiore.

Va ricordato che in Russia il Generale Umberto Nobile è considerato un Eroe Nazionale avendo realizzato lo stabilimento di Dolgoprudny per la costruzione dei dirigibili da lui stesso progettati e realizzati tra il 1930 e il 1935, periodo della sua permanenza in Russia.

Questa iniziativa ha molti altri scopi, tra i quali, quello più nobile di rinsaldare vincoli di amicizia tra i Popoli che tendono a sbiadire dinanzi alle crisi più o meno gravi che il Pianeta sta attraversando.
Compito degli educatori più efficaci è quello di indicare strade alternative ai conflitti attraverso l’incremento dell’interscambio di culture, usi e costumi tra le diverse Nazioni, unico mezzo per diffondere la collaborazione e creare un clima costruttivo di benefico, pacifico e proficuo progresso comune delle genti.

Leggi il comunicato stampa