I Progetti dell'Isis Paschini

Viaggio studio a ScarboroughVIAGGIO STUDIO A SCARBOROUGH
Dal 31 maggio al 7 giugno alcuni allievi del "Paschini" hanno partecipato al primo soggiorno studio promosso dall’istituto a Scarborough, sulla costa centro-orientale dell'Inghilterra. La proposta è nata con l'intento di ampliare l'offerta formativa nell'ambito dell'apprendimento delle lingue. Undici gli allievi partecipanti: Sara Bazzo (3L), Chiara Benegiamo (1L), James Cacitti (1L), Martina Ceconi (4A), Angela De Luca (4P), Angelica De Pascalis (1L), Chiara Fruch (4C), Irene Lessanutti (3B), Marco Pagliarulo (3A), Simona Puntil (4C), Filippo Tosoni (3L). Accompagnati dall'insegnante di inglese Giuliano Benegiamo, gli studenti sono stati ospitati presso alcune famiglie che hanno offerto la loro disponibilità ad accoglierli. Al mattino hanno frequentato un corso intensivo di lingua inglese, per un totale di 22 ore, nel pomeriggio, invece, sono stati accompagnati in interessanti escursioni guidate alla scoperta del territorio dello Yorkshire.
Quale prima esperienza di questo tipo, la vacanza studio a Scarborough è stata del tutto positiva, e sarà presumibilmente riproposta negli anni scolastici a venire. I docenti che hanno gestito il corso mattutino presso la scuola "Anglolang", in un report inviato alla Dirigente del "Paschini", hanno lodato i nostri allievi, non solo per la buona educazione e il comportamento irreprensibile, ma anche per il buon livello di competenza linguistica: "Without exception, the students have shown themselves to be extremely polite and hardworking. They have been a real pleasure to teach and, although the time has been short, they have really made the most of their classes. (...) It has been a pleasure to work with such a polite, motivated group of young people. They have worked well with other nationalities and, as well as classroom experience, have gained awareness during their time here”.

Visita il sito della scuola

.  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  . 
 

 
Il Classico a SiracusaIL CLASSICO A SIRACUSA 
Gli studenti delle classi liceali a indirizzo classico 1C e 2C dell' ISIS "P.Paschini" di Tolmezzo hanno partecipato alla "tre giorni siracusana", l’iniziativa promossa dall'insegnante di latino e greco Simona Concutelli e sostenuta non solo dall'intero corpo docente delle due classi, ma accolta con entusiasmo e soddisfazione sia dagli studenti coinvolti che dalle famiglie.
L’obiettivo principale del viaggio di istruzione - che si è svolto dal 30 maggio al 2 giugno 2014 – era la visione degli spettacoli organizzati dalla Fondazione INDA (Istituto Nazionale del Dramma Antico) che per la stagione di quest'anno porta in scena l'unica trilogia tragica greca sopravvissuta all'accidentato percorso della tradizione scritta - "Orestea" di Eschilo, composta da Agamennone-Coefore-Eumenidi - e la commedia di Aristofane "Le Vespe". Si è voluto quindi, anche attraverso la visione degli spettacoli - la cui riproposizione cerca di rispettare quanto più possibile la messa in scena che era propria del teatro del V secolo - nutrire l'entusiasmo e l'interesse che ha spinto i ragazzi delle due classi a credere nella formazione classica specifica degli studi che hanno da poco intrapreso.
Il viaggio di istruzione si è proposto, inoltre, come un'ulteriore occasione di riflessione sull'importanza e sul ruolo del patrimonio culturale greco anche nella nostra cultura, perché la sua meta - Siracusa - appartiene a quella Grecia, così lontana nel tempo ma così geograficamente vicina, che furono la Trinacria o Sikelìa e la Megàle Ellas prima della conquista romana. Gli studenti del "Paschini" hanno visitato quindi il cuore storico cittadino dell'isola di Ortigia, la cui cattedrale rappresenta oggi uno degli esempi più rappresentativi del barocco siciliano seppur costruita sul sito di un antico tempio di Atena risalente al V secolo a.C.; il Parco della Neapolis, dove è stato possibile ammirare la straordinaria struttura naturale delle latomie oltre che il teatro greco, sede delle rappresentazioni, la cui struttura originaria risale al V secolo a.C. e dove la tradizione vuole che lo stesso Eschilo abbia assistito alla messa in scena di alcune sue tragedie e i resti di età romana disseminati per la città. Infine, dal momento che Siracusa fu anche la patria di Archimede, uno dei più grandi matematici e, se si può definire così, ingegnere dell'antichità, gli studenti hanno avuto l'occasione di visitare l'"Arkimedeion", il Museo della Scienza che celebra con i suoi spazi espositivi la scienza e il suo illustre antenato..

Visita il sito della scuola