Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

GIOVANI E BEN PREPARATI, I LAVORATORI SONO TRA I PUNTI DI FORZA DEL “ROTOLIFICIO BERGAMASCO” DI MAJANO.

Lo stabilimento, visitato oggi dal Presidente della Provincia di udine, on. Pietro Fontanini, impiega oltre una ventina di giovani addetti (dai 20 ai 38 anni) e conta di inserirne altrettanti nei prossimi anni, in virtù dell'ampliamento della superficie produttiva.

In Friuli ha trovato terreno fertile per ampliare raggio d'azione e fatturato (oltre 19 milioni di euro nel 2009, +2% rispetto all’anno precedente) offrendo anche sbocchi occupazionali. Il Rotolificio Bergamasco (il cui quartier generale è a Gorle, in provincia di Bergamo) si è insediato a Majano, nel 2000 (con investimenti sull’ordine dei 5 milioni di euro) e ha intenzione di ampliare lo stabilimento (20 mila metri quadrati di cui 9 mila occupati dall’area produttiva situati in via San Martino 50/52) in cui viene preparata carta in rotoli di diverse dimensioni e destinata a molteplici utilizzi (carta per sistemi pos, per registratori di cassa, ticket per il pagamento dei pedaggi autostradali ma anche rotoli per plotter).
«Una buona notizia per l'economia e la forza lavoro locale» ha affermato il presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini che lunedì 11 ottobre ha visitato l'azienda con l'assessore provinciale Adriano Piuzzi e il sindaco della cittadina collinare, Claudio Zonta.
«La presenza di realtà attive e dinamiche sul nostro territorio – ha aggiunto – indica che il Friuli, nonostante il periodo non facile, conserva un buon indice di attrattività per le imprese fortemente vocateall'internazionalizzazione. Un gradimento che le amministrazioni pubbliche, per prime, devono contribuire a mantenere. Come? Con una burocrazia più snella, infrastrutture e risposte efficienti».
Nel descrivere le procedure e le attività dell’azienda che utilizza le più avanzate tecnologie, il titolare Alessandro Panseri ha sottolineato il positivo contributo fornito dalle giovani maestranze. «Giovani maturi – ha affermato –, attenti al lavoro e con ottime capacità, frutto di un adeguato percorso tecnico-professionale alle spalle e di un impegno costante».
Commenti lusinghieri, dunque, sull’operato dei nostri giovani nei confronti dei quali si aprono ulteriori prospettive. L’azienda, infatti, prevede di ampliare la superficie produttiva e, di conseguenza l’organico, raddoppiando il numero del personale da inserire. Un percorso che porterà il Rotolificio Bergamasco a investire ulteriormente per confermare la propria posizione di leader non solo sul mercato italiano ma anche europeo. E questo, anche grazie alla collocazione strategica dello stabilimento majanese. «Abbiamo scelto di investire in Friuli per l’eccellente posizionamento di questo territorio – ha aggiunto Alessandro Panseri – che ci permette di essere al centro dell’Europa, nostro principale mercato di riferimento. E al centro di tutti gli scambi commerciali.
In questi anni, inoltre, abbiamo stretto alleanze e partnership con aziende locali e ora cercheremo di fare altrettanto a livello internazionale».
Da oltre 30 anni, il Rotolificio Bergamasco crea carta in rotoli destinati a diversi utilizzi per soddisfare ogni esigenza e personalizzazione. Know-how tecnologico d'avanguardia a livello europeo, consulenza e competenza professionale, sommati ad una capacità produttiva di oltre 150.000 rotoli al giorno, rappresentano il quadro dell'offerta.
Capacità produttiva e tecnologica che hanno portato il Rotolificio Bergamasco negli anni, a esportare per circa il 50% del proprio fatturato. Le aree di maggior presenza sono: l’Europa Continentale, Scandinavia e bacino del Mediterraneo, ma anche Medio Oriente e Africa Centrale.

Pagina aggiornata il: 12/03/2012 10.32 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308