Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 
Fontanini, «Solidarietà al popolo tibetano»

Lo ha detto nel corso dell’incontro con il Ghesce Là. Fontanini organizzerà un incontro a palazzo Belgrado con le autorità locali da inserire nel programma della prossima visita del Dalai Lama.

Un incontro a palazzo Belgrado tra il Dalai Lama e le autorità civili locali in occasione della visita in Friuli della massima autorità della religione buddista e una mozione sulla drammatica condizione del Tibet da proporre in Consiglio provinciale. Sono i temi dell’incontro che ha avuto luogo stamani tra il Ghesce Là Lobsang Phende e il presidente della Provincia on. Pietro Fontanini. Proprio da quest’ultimo il sincero sostegno e la piena solidarietà per la questione tibetana. «Sono molto vicino al popolo tibetano – ha detto Fontanini – vicino alla vostra sofferenza. Per le indicibili ingiustizie che state patendo vorrei poter esprimere la solidarietà mia e di tutto il Consiglio provinciale presentando al più presto una mozione pro-Tibet, un impegno all’adozione di iniziative sulla drammatica situazione del Tibet in occasione del 53° anniversario dall’insurrezione di Lhasa che cadrà il prossimo 10 marzo». Nel corso dell’incontro tra il presidente e il maestro buddista che sta per lasciare il centro di Polava per tornare nel suo Paese dove assumerà l’incarico di istruire circa tre mila e 500 discepoli, Fontanini ha deciso di aprire le porte della sede della Provincia di Udine al Dalai Lama: nel corso della visita in programma per il 22 e 23 maggio prossimi, sarà inserito un incontro con i rappresentanti del Friuli. «Ritengo sia un atto doveroso da parte di chiunque rappresenti un’istituzione in un Paese civile – ha detto Fontanini – manifestare il proprio rispetto e la propria vicinanza a un uomo che sta lottando per il suo popolo. Sono felice che il Dalai Lama torni in Friuli e che si rafforzi il legame tra il mondo friulano e quello tibetano nel nome della pace. Se dal punto di vista operativo, un presidente di una piccola provincia nulla può su queste questioni, dal punto di vista morale può contribuire a far conoscere il dramma del popolo tibetano, invaso, umiliato e martoriato dall’esercito cinese. Le pagine dei giornali – ha affermato Fontanini – spesso relegano a piccoli spazi quella che invece continua a essere una situazione insostenibile dove i militari uccidono e torturano gente pacifica e inerme che reclama il solo diritto di poter essere un popolo». Il Ghesce Là ha espresso grande soddisfazione per l’incontro con il presidente Fontanini sottolineando, in particolare, il meraviglioso ricordo che serberà per sempre del Friuli e della sua gente.

 Content Editor Web Part

Pagina aggiornata il: 13/02/2012 10.08 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308