Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

A PAGLIARINI, PEZZUTTO E CANDUSSIO I PREMI FRIUL TOMORROW PER IL 2011.
Consegnati i riconoscimenti intitolati a Dario Boemo, allenatore di calcio, prematuramente scomparso.

Il tecnico della Pasianese calcio Giorgio Pagliarini, la campionessa paraolimpica Pamela Pezzutto
e l’arbitro di serie A e B di calcio Renzo Candussio si sono aggiudicati i premi Friuli Tomorrow
per il 2011, riconoscimenti intitolati alla memoria dell’arbitro di calcio Dario Boemo, promossi
dal Comitato Friul Tomorrow 2018, comitato coordinato da Daniele Damele e da don Davide
Larice. Ad ospitare la manifestazione, su iniziativa dell’assessore provinciale allo sport Mario
Virgili, palazzo Belgrado sede della Provincia di Udine. «Lo sport è un mezzo che lega le persone
– ha commentato Virgili -. E sono convinto che ci vorrebbero molti più momenti come questi in
cui riflettere su quello che hanno fatto alcune persone, ovvero su azioni importanti non perché
eclatanti ma perché volte ad aiutare sé e gli altri ad essere migliori. Azioni che non hanno
bisogno di parole e che non trovano posto nelle cronache di tutti giorni perché, purtroppo, le
pagine dei giornali più facilmente si riempiono con quello che è il male. È per questo – ha
aggiunto Virgili - che ho deciso di contribuire a far sì che i riflettori venissero puntati su questa
manifestazione: chi lavora affinché nello sport non sia il risultato l’unico obiettivo, ma si
impegna per la crescita delle persone, merita di salire sul podio più alto che è quello della vita».
Come ha spiegato Daniele Damele, tra le motivazioni che hanno spinto gli organizzatori a
scegliere i destinatari del mondo dello sport dell’importante riconoscimento, l'aver contribuito
con il proprio comportamento all'insegna del fair play a promuovere l'etica nello sport friulano.
A ricevere il premio, intitolato non a caso Dario Boemo, arbitro friulano scomparso
prematuramente ricordato da tutti come persona estremamente generosa, molto legata allo
sport e collaboratore straordinario per il calcio, dunque, Giorgio Pagliarini l’allenatore che ha
sempre saputo favorire il Fair Play; Pamela Pezzutto (campionessa paraolimpica tennis da
tavolo) per essere, grazie ai grandi traguardi raggiunti, un esempio da imitare per imparare a
superare le barriere mentali. L’ultimo riconoscimento è andato a Renzo Candussio, per la sua
onestà, la sua saggezza e per contribuire portare sui campi di calcio il Friuli e il Fair Play.
A consegnare gli ambiti premi, oltre all’assessore Virgili, tra gli altri, l’assessore provinciale alle
relazioni internazionali di Timisoara Florin Ravasila, il presidente dell’associazione Euretica
Alessandro Grassi, la vedova di Dario Boemo Daria Ontani, il coordinatore provinciale e regionale
dell’Ufficio educazione fisica e sportiva Enzo Fattori e il consigliere nazionale della Federcalcio
Lega nazionale dilettanti Alberto De Colle.

 Content Editor Web Part

Pagina aggiornata il: 12/03/2012 9.27 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308