Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

FRIULI DOC, PROVINCIA DI UDINE GIÀ PROIETTATA ALL’EDIZIONE 2012.
COMMENTI PIÙ CHE SODDISFATTI PER L’OTTIMA RIUSCITA DELLA MANIFESTAZIONE CITTADINA APPENA CONCLUSA, DA PARTE DEL PRESIDENTE DELL’ENTE, ON. PIETRO FONTANINI E DELL’ASSESSORE AL TURISMO FRANCO MATTIUSSI, CHE GUARDANO GIÀ AL PROSSIMO ANNO E AI PROGETTI DA PROPORRE NELL’AMBITO DELLA KERMESSE.

Friuli Doc 2011: tempo di bilanci ma anche proiezioni future per la Provincia di Udine.
Quest’anno, l’Ente di area vasta è entrato nella cabina di regia della kermesse udinese con il progetto di promozione turistica “Terra dei Patriarchi” divenuto il filo conduttore della manifestazione.
«Un marchio – commenta con soddisfazione l’assessore provinciale al turismo Franco Mattiussi - che ha portato fortuna all’evento udinese visto il successo riscosso nelle quattro giornate durante le quali le migliaia di visitatori, accorsi in centro città, hanno scoperto e apprezzato i tanti elementi che contraddistinguono questi territori, a partire dall’offerta enogastronomica.
Punta di diamante di queste terre in cui sono racchiuse tante ricchezze alle quali la Provincia intende dare maggior visibilità attraverso i progetti di promozione turistica già avviati».
«Un’offerta enogastronomica eccellente e di qualità – aggiunge Mattiussi -, forte di un saldo legame con la tradizione e, quindi, con la cultura e la storia friulana».
Tradizioni e cultura che la Provincia di Udine, nell’ambito delle prossime edizioni di Friuli Doc, valorizzerà ulteriormente individuando qualche aspetto in particolare.
Accanto all’enogastronomia, alla storia, alla cultura, infatti, l’amministrazione provinciale intende puntare molto sulla promozione e sulla diffusione della musica in marilenghe, in particolare tra i giovani, e Friuli Doc, dato il massiccio afflusso di pubblico di tutte le età e le ampie possibilità di ascolto correlate alle esibizioni nelle diverse piazze, è il contesto ideale per centrare l’obiettivo.
Il presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini motiva il perché di tale indirizzo. «La lingua è un forte elemento identitario e, se non adeguatamente tutelata e promossa, rischia di scomparire in particolare tra i giovani, ai quali è legato il futuro della marilenghe – evidenzia Fontanini -. Poiché il linguaggio della musica fa maggior presa sui ragazzi, ben vengano dunque tutte le attività e i generi musicali che utilizzano il friulano come codice comunicativo.
Esperienze di questo tipo sono già molto diffuse in Friuli e la kermesse cittadina potrebbe quindi diventare un’ulteriore palcoscenico per cantanti, band, gruppi musicali e autori che hanno intrapreso questa strada. Friuli Doc, dunque, non solo come vetrina sull’enogastronomia friulana ma anche sulla musica in marilenghe».

Pagina aggiornata il: 21/09/2011 9.56 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308