Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

COMMISSIONE LAVORO, PRIMI SEGNALI POSITIVI DALL’OCCUPAZIONE.

Nel 2011 c’è stato un aumento del 6,3% delle assunzioni, il settore che sta dando qualche segnale positivo in più è quello dei servizi, continua il trend negativo (-14%) nel settore delle costruzioni. Sono alcuni degli elementi illustrati oggi a palazzo Belgrado nel corso della Commissione provinciale per il lavoro presieduta dal vicepresidente della Provincia, Daniele Macorig.
«Tra i segnali positivi – ha spiegato Macorig – vi è la ripresa dei contratti a tempo indeterminato: si presuppone che questo possa essere dovuto alle maggiori incentivazioni date dal nuovo regolamento della legge 18/2005. Permangono tuttavia i contratti atipici: la contrattualistica si orienta su questo tipo di contratti perché le ditte non hanno certezze per il futuro. Aumentano, seppur in maniera inferiore rispetto alle assunzioni, le cessazioni (+ 5,9%).
Va detto comunque che dal 2008 al 2010 c’è stata una stabilizzazione nell’ambito produttivo.
Quanto agli ammortizzatori sociali, per quanto riguarda la cassa integrazione straordinaria, fortunatamente nel 2011 – commenta Macorig - le casse integrazioni autorizzate rimangono notevolmente maggiori rispetto a quelle erogate. Ciò perché le grandi industrie, nel momento in cui fanno partire la richiesta di cassa integrazione, lo fanno, in via prudenziale per la totalità dei dipendenti che poi, però, fortunatamente, non viene licenziata. Pressoché stazionario rispetto al 2010 il dato relativo alla cassa integrazione ordinaria. Leggendo questi dati – ha chiosato Macorig – risulta fondamentale, come hanno anche sottolineato i componenti dell’assemblea, continuare
a puntare l’attenzione sulla formazione professionale. Grazie alla linea di intervento 17 si ottengono risultati certi visto che i corsi sono espressamente “tagliati”secondo le esigenze puntuali manifestate dalle aziende».
Quanto ai dati elaborati dall’Osservatorio provinciale sul mercato del lavoro, nel dettaglio, hanno registrato un aumento del 6,3% delle assunzioni di cui il 4,3% in più di femmine e il 2% di maschi. Dall’analisi per settori emerge che c’è stata una flessione dello 0,4% nel settore primario e del 14% delle costruzioni. L’aumento ha riguardato per lo 0,2% il settore industriale/manifatturiero e per l’8,7% il settore terziario. Quanto al tipo di contratto, le maggiori assunzioni fatte nel 2011 rispetto al 2010 hanno registrato un aumento del 6,2% dei contratti a tempo determinato e del 7,3% a tempo indeterminato. Quanto alle cessazioni, aumentate del 5,9%, hanno riguardato per l’1,4% i maschi e per il 4,5% le donne. Il 3,3% delle cessazioni ha toccato il settore primario, lo 0,6% il settore industriale/manifatturiero e l’8% il terziario.

Pagina aggiornata il: 12/03/2012 11.53 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308