Palazzo Antonini-Belgrado

Provincia di Udine
Palazzo Antonini-Belgrado
Piazza Patriarcato 3
33100 Udine

Centralino
0432 2791

Fax
0432 279310

Uff. Relazioni con il Pubblico
0432 279440

Posta elettronica certificata

il cercapersone.
Siti tematici.
 

Autorizzazione Unica Ambientale - A.U.A.

  COS'È L'AUA.

L’ autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento disciplinato dal recente Decreto del Presidente della Repubblica n. 59 di data 13 marzo 2013, in vigore dal 13 GIUGNO 2013, che ricomprende tutti i titoli abilitativi in campo ambientale di cui un’impresa ha bisogno per iniziare e/o proseguire la sua attività. Il legislatore ha individuato la Provincia quale “Autorità competente” che adotta il provvedimento finale di AUA, e ha dato al procedimento di rilascio dell’AUA il carattere, di fatto, di un percorso interno (endoprocedimento) nell’ambito di quello più ampio, disciplinato dall’art. 7 del DPR 160/2010, in capo allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune competente per territorio, che rilascia il provvedimento finale. L'Autorizzazione Unica Ambientale incorpora in un unico atto diverse autorizzazioni ambientali previste dalla normativa di settore (Dlgs 152/2006, L. 447/1995, Dlgs 99/1992).

Le principali novità introdotte dal nuovo regime autorizzativo, concernono quindi gli aspetti procedurali ed amministrativi del nuovo provvedimento autorizzativo, restando viceversa inalterati i contenuti tecnici dei singoli titoli abilitativi, per i quali continuano ad essere vigenti le normative settoriali.

Il Dpr 13 marzo 2013, n. 59 individua un nucleo base di sette autorizzazioni/comunicazioni che sono assorbite dall'AUA:

A) autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

B) comunicazione preventiva di cui all'articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;

C)  autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'articolo 269 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

D) autorizzazione generale di cui all'articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

E) comunicazione o nulla osta di cui all'articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447;

F) autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'articolo 9 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99;

G) comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

 CHI LA DEVE RICHIEDERE

Devono  richiedere l'AUA le piccole e medie imprese, come definite dal Dm 18 aprile 2005, e gli impianti non soggetti alla disciplina dell'AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) che abbiano bisogno di ottenere il rilascio, la formazione, il rinnovo o l’aggiornamento  di almeno uno dei  titoli abilitativi tra quelli sopra elencati.

Pertanto un impianto produttivo non soggetto all’AIA è soggetto all’AUA anche quando il gestore sia una grande impresa.

 SONO ESCLUSI DALL’AUA:

-          gli impianti e le attività soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA);

-           i progetti sottoposti alla valutazione di impatto ambientale (VIA), nel caso in cui questa comprenda e sostituisca, ai sensi dell’art.26 del D.Lgs. n. 152/2006, i titoli abilitativi e le autorizzazioni ricadenti nell’AUA;

-           il procedimento unico di cui all’articolo 208 del D.Lgs. n. 152/2006, concernente l’autorizzazione per i nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti;

-           A CHI SI CHIEDE

A partire dal 14 giugno 2013, chi intende chiedere un’AUA deve presentare l’istanza esclusivamente a mezzo PEC allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), competente per territorio, che la inoltra per via telematica alla Provincia e alle altre Amministrazioni coinvolte nel procedimento (Soggetti competenti).

La domanda deve essere presentata in formato digitale, sui modelli presenti sul sito dello SUAP ovvero sul portale regionale "SUAP in rete", indicando chiaramente tutti gli atti abilitativi da inserire in AUA (in particolare vanno curate le informazioni sull’impatto acustico) esclusivamente in formato pdf, di dimensione non superiore a 5 mb, in conformità alle disposizioni sulla firma digitale.

Tutte le comunicazioni Ditta/SUAP/Provincia/Soggetti Competenti devono avvenire a mezzo PEC.

Tutte le comunicazioni da e verso la Ditta richiedente sono  gestite solo ed esclusivamente dal SUAP.

 QUANDO CHIEDERLA.

 La richiesta deve avvenire in occasione della scadenza o modifica sostanziale del primo titolo abilitativo da essa sostituito e deve riguardare tutti i titoli abilitativi posseduti o necessario alla Ditta ai fini dell’esercizio dell’impianto.

Pertanto, alla scadenza (o modifica sostanziale) del primo titolo, il Gestore che deve o intende richiedere l’AUA presenta la documentazione necessaria per l’istruttoria del titolo in  scadenza e per gli altri titoli di cui è in possesso.

Quindi, in ogni caso i gestori dovranno presentare copia in formato digitale di tutto il materiale tecnico (relazioni, allegati grafici, schede di sicurezza, ecc.) anche relativamente ad altri  titoli abilitativi ad oggi  vigenti che devono essere sostituite dall’AUA.

 Nel caso in cui si tratti di attività soggette solo a comunicazione o ad autorizzazione generale (lettere B, D, E e G), è facoltà del gestore non presentare la richiesta di autorizzazione AUA ma soltanto la comunicazione nei modelli già in uso, ferma restando la loro presentazione al SUAP in modalità telematica.

DURATA E RINNOVO.

L'AUA ha una durata di 15 anni decorrenti dal rilascio. Il rinnovo deve essere chiesto almeno 6 mesi prima della scadenza.

Ulteriori informazioni sono riportate nel file:

Note Informative.pdf

MODULISTICA PREDISPOSTA DALLA REGIONE FVG:

http://suap.regione.fvg.it/portale/cms/it/approfondimenti/modulistica.html

 

 CONTATTI: 

 ing. Francesca Goia  Responsabile del U.O. AUA  tel. 0432/279884
 dott. Luca Quarin  Istruttore amministrativo  tel. 0432/279870
 dott.ssa Raffaella Rizzi  Istruttore amministrativo  tel. 0432/279864

 

  

 

 

 

 

 

 

 

Pagina aggiornata il: 18/12/2015 14.26 

A cura della Redazione Web - Nota informativa - Cookie info | C.F. 00400130308